PERCHE' SI ARRIVA A REIKI

Nel mio percorso Reiki, dal primo livello fino a diventare Master, mi sono sorpresa alle volte a maledire il giorno in cui ho deciso di ricevere l’attivazione.

Fin da subito mi ero accorta che la mia vita, o meglio, il mio esistere era cambiato. 

HAI REIKI

Alle volte si ha un dono a portata di mano, così semplice, così veloce, così ovvio da arrivare a sottovalutarlo, addirittura a dimenticarsene.

Questo spesso succede con il Reiki.

ESSERE MASTER REIKI

Ricevere l’attivazione del simbolo Maestro e la pratica con esso, su se stessi e sugli altri, porta a diventare veramente maestri di sé stessi, porta cioè a non cercare più all'esterno i riferimenti e le risposte per avanzare nel proprio percorso iniziato con i precedenti livelli.

Trattamento REIKI METAMORFICO prenatale

- Per aiutare ciò che ci ostacola nel nostro cammino a sciogliersi dolcemente.
- Per permettere alla nostra energia vitale e alla nostra natura di emergere.
- Per ricordare la magia  di essere semplicemente noi stessi.

Non abbiamo il diritto di decidere per gli altri

Quando vogliamo aiutare gli altri, anche se mossi dall’amore per una persona cara o dalla compassione per un estraneo che sappiamo essere in difficoltà, è fondamentale ricordarsi che NON ABBIAMO IL DIRITTO di decidere per gli altri.

LA GUARIGIONE SPIRITUALE

La “guarigione” da un punto di vista animico, è diversa da quella alla quale comunemente siamo abituati a pensare, dove cioè il sintomo rappresenta la malattia e tutto ciò che di essa ci serve sapere, e le medicine agisco sul sintomo stesso. 

Come diventare il miglior canale Reiki possibile

Chi pratica Reiki non è un guaritore.

Non mette né volontà, né intento, né aspettative durante i trattamenti. Quindi potrebbe sembrare che ogni canale, ogni operatore, sia esattamente uguale a qualunque altro e che non abbia alcuna parte o “merito” in ciò che avviene.